CAM e Yamaha insieme per la salute

Novità

CAM e Yamaha insieme per la salute dei piloti

Il CAM è un centro di fisioterapia di Monza specializzato nella rieducazione post-traumatica degli sportivi, sia amatoriali che professionisti.

Da quest’anno ha iniziato a collaborare con Yamaha e Noriyuki Haga è stato il primo paziente di Roberto Volpi, che è il responsabile del centro. Con ottimi risultati visto che, appena dopo una settimana nelle esperti mani degli specialisti della CAM a seguito dell’intervento chirurgico alla clavicola fratturata, il pilota giapponese è sceso in pista e ha vinto due gare al Nurburgring.

“La collaborazione con il team Yamaha Motor Italia è di quest’anno – spiega Volpi – ma noi abbiamo già trattato piloti che correvano sotto il marchio Yamaha. Abbiamo iniziato ad introdurci nell’attività sportiva in generale della Brianza, ma siamo cresciuti come centro specialistico ed ora ci piacerebbe creare una vero e proprio punto di riferimento per tutti i piloti che gravitano nell’orbita di Yamaha”.

- Che paziente è stato Haga?
”All’inizio timoroso, i giapponesi non si fidano molto di chi non conoscono. Anche perché lui arrivava dal primo vero incidente della carriera e dalla conseguente operazione alla clavicola. In una settimana abbiamo fatto un lavoro molto attento e particolareggiato che ha portato grandi benefici”.

- Che terapie sono state utilizzate?
”Haga ha svolto subito del lavoro nel vasca riabilitativa e quindi lo abbiamo sottoposto a sedute di Tecar. Si tratta di un macchina che serve ad accelerare la riparazione ossea e dei tessuti. La macchina in sè per sè non è miracolosa ed occorre personale specializzato, che riesce ad -interpretarla- in maniera corretta solo dopo una specifica e capillare istruzione”.

- Soddisfatti di questa prima esperienza con il team Yamaha Motor Italia?
”Certamente. Per questo noi del CAM ci auguriamo di poter approfondire e ampliare questa collaborazione".