Servizio led per fotobiomodulazione

Novità

Nasce al CAM di Monza un nuovo servizio anti-aging.

Nuove opportunità terapeutiche nel trattamento degli stati di invecchiamento cutaneo, sono rese possibili oggi dalla terapia di foto-biomodulazione. Questa tecnica permette di aumentare la velocità e la qualità della riparazione dei tessuti e si utilizza nel trattamento di aging cutaneo di grado lieve e severo, sia come singola terapia, sia inserita in protocolli personalizzati di ringiovanimento cutaneo.

Il meccanismo attraverso cui agisce la foto-biomodulazione è l’applicazione della luce tramite strumento a LED (light emitting diode). Si tratta di un processo indolore, atermico, non invasivo e di rapida esecuzione.
Utilizza l'assorbimento della luce rossa emessa, senza produzione di calore, da led specifici per stimolare il metabolismo cellulare. La luce emessa viene assorbita da parte di fotorecettori cellulari con conseguente miglioramento e stimolazione del metabolismo cellulare. E’ quindi una fototerapia non invasiva, basata sullo scambio atermico di energia tra i fotoni e la cellula bersaglio. Le cellule cutanee target non solo restano vive, ma ricevono una sferzata di energia; ciò comporta una serie di reazioni differenti: le cellule danneggiate possono essere riparate, le cellule mitotiche possono essere indotte a un livello di maggiore replicazione, cellule con funzioni specifiche eseguono il loro compito in modo più veloce ed efficiente.
Si ha una stimolazione dei fibroblasti dermici con conseguente produzione di collagene ed elastina, che si traduce in un progressivo effetto di ringiovanimento.

Presso il CAM la terapia di foto-biomodulazione è stabilita ed eseguita da parte di Medici Specialisti; abitualmente si prevedono circa 6-8 trattamenti a cadenza settimanale, da ripetersi una o due volte all'anno.

Il nostro personale dell'Accettazione Generale è a disposizione per ogni approfondimento e per le prenotazioni al numero 039 2397.1