Durante l’emergenza sanitaria da COVID-19, il Polidiagnostico Cam di Monza garantisce a pazienti e dipendenti un accesso e una permanenza sicura nei propri ambienti. Scopri le misure precauzionali, le modalità di accesso e di prenotazione.

Solidarietà nell’emergenza: dal 13 al 17 luglio Synlab CAM ospiterà Cesvi Onlus

Solidarietà nell’emergenza: dal 13 al 17 luglio Synlab CAM ospiterà Cesvi Onlus

25 Giugno, 2020

Synlab è onorata di ospitare nuovamente l’organizzazione umanitaria bergamasca, che, durante i mesi dell’emergenza sanitaria, è accorsa in aiuto di ospedali, anziani e bambini vittime di maltrattamento. Gli operatori di Cesvi saranno presenti nella sede monzese di Synlab CAM per tutta la settimana, a partire dal 13 luglio, dalle ore 8 alle ore 19, per raccontare a chiunque fosse interessato i progetti sviluppati negli ultimi mesi. Donazioni di macchinari e dispositivi di sicurezza ad alcune delle strutture ospedaliere più colpite, assistenza agli over 65 nelle piccole incombenze quotidiane e supporto psico-emotivo a questa fascia così esposta, sono stati solo alcuni degli impegni presi con tempestività e competenza dalla onlus. Oltre che su questi fronti più evidenti, Cesvi ha lavorato per dare speranza ai bambini oggetto di violenza domestica, che nella convivenza continuativa imposta da questi mesi di lockdown hanno sofferto l’aggravarsi di situazioni già delicate.

Appuntamento quindi da lunedì 13 luglio, per conoscere da vicino tutte le attività sviluppate in risposta all’epidemia dalla onlus fondata a Bergamo nel 1985 e divenuta oggi una delle prime 10 onlus italiane per numero di progetti sostenuti.

Condividi

Cogli le ultime opportunità di salute!

Iscriviti alla newsletter e ricevi direttamente sulla tue e-mail le ultime news in anteprima

Copyright © 2021 Synlab Italia Srl a socio unico | Soggetta a Direzione e Coordinamento di SYNLAB AG.

Iscrizione alla Camera di Commercio di Monza - Capitale sociale € 550.000,80 int.vers. - N° REA 1865893 - P.Iva e Cod. Fisc. 00577680176

Direttore Sanitario: Dr. Alberto Angelini