Depressione: malattia dell'anima o del corpo?

Convegno - Neurologia
CAM Monza v.le Brianza 21

Sabato 7 ottobre 2006, alle ore 9.45, presso il Cam di viale Brianza 21 Monza, si è tenuto l'incontro "Depressione: malattia dell'anima o del corpo?".

La malinconia di Bellerofonte e la disperazione di Aiace Telamonio, narrate nell’Iliade di Omero, rappresentano verosimilmente i primi “case reports” di disturbo depressivo nella Letteratura. La visione etico-religiosa della depressione che prevaleva allora, portava a considerare tale malattia l’espressione della collera di una divinità o una forma di punizione.
La straordinaria scientificità del pensiero di Ippocrate prima e di Aristotele poi, riscattandole da una dimensione soprannaturale, ha riportato le origini di questa malattia ad un ambito finalmente organicistico.
Attraverso la medicina empirica del Rinascimento fino alle nuove tecniche di indagine che arrivano ad identificare le aree cerebrali coinvolte nelle singole emozioni, le conoscenze su questa malattia sono aumentate esponenzialmente. Molto si puo’ dire di conoscere oggi in merito ad eziologia, sindromi cliniche e risposte terapeutiche. Alcuni aspetti di questo disagio psichico, però, come la dimensione fisica ad esso correlata, restano ancora oscuri.
La minore intelligibilità dei segnali della depressione somatica insieme alla nostra minore sensibilità ad intercettarli, hanno portato a considerare per lungo tempo separatamente il dolore fisico dalla sofferenza dell’anima. Uno dei principali obiettivi di questo corso è quello di confrontare i vari linguaggi che si utilizzano quando si dialoga di depressione.
Una malattia che, per le sue valenze biologiche può essere affrontata solo come emergenza medica, ma che come disagio sociale, impone di considerare chi ne soffre, un individuo di una società, nell’incomunicabile solitudine dell’uomo moderno.
L’affascinante relazione tra depressione e creatività (artistica, intellettiva, politica) rivela tutta la contraddittorietà di questa malattia. Per alcuni aspetti destruente nelle sue forme più complesse di disturbo psicopatologico (depressione, mania), per altri straordinariamente produttiva nelle testimonianze eccelse di arte e di pensiero che custodisce la Storia.

Relatori:

Prof. Marco Battaglia
Università Vita Salute San Raffaele, Milano
Prof. Stefano Crespi
Critico d’arte
Dr. Vittorio Crespi
Ospedale Civile di Vimercate, CAM Centro Analisi Monza
Dr. Tiziano Lucchi
Ospedale Maggiore Policlinico di Milano
Prof. Alberto Martinelli
Facoltà di Scienze Politiche e Sociologia, Università degli Studi di Milano
Dr.ssa Maira Gironi
Fondazione Don C. Gnocchi, IRCCS, Milano, CAM Centro Analisi Monza
Dr. Carlo A. Pruneri
Ospedale San Gerardo di Monza
Prof. Marco Andrea Riva
Dipartimento di Scienze Farmacologiche, Università degli Studi di Milano
Dr. Mario Savino
Università degli Studi di Pisa
Dr. Giorgio Scivoletto
Direttore Sociale ASL Milano 3
Dr. Claudio Solaro
Ospedale P. A. Micone, Genova

Programma:

Moderatore: Dr. C. Pruneri

  • 9.45 Introduzione - Dr. G. Scivoletto (Direttore Sociale ASL MI 3)
  • 10.00-10.45 Basi neurobiologiche ed aspetti clinici della malattia - Dr. C. Pruneri (psichiatra)
  • 10.45-11.10 La sfera somatica della depressione - Dr.ssa M. Gironi (neurologo)
  • 11.10-11.40 Il dolore: il confine tra psiche e corpo - Dr. C. Solaro (neurologo)
  • 11.40-12.00 coffee-break
  • 12.00-12.30 La depressione nelle malattie neurologiche - Dr. V. Crespi (neurologo)
  • 12.30-13.00 Disturbi dell’umore nel paziente anziano - Dr. T. Lucchi (geriatra)
  • 13.00-13.30 discussione generale
  • 13.30-14.20 colazione di lavoro


Moderatore: Prof. M. Battaglia

  • 14.20-15.00 Evoluzione della terapia antidepressiva: dagli effetti sinaptici al trofismo neuronale - Prof. A. Riva (psicofarmacologo)
  • 15.00-15.40 La scelta del trattamento farmacologico - Dr. M. Savino (psichiatra)
  • 15.40-16.20 Fattori Ambientali e Genetici nel rischio per depressione - Prof. M. Battaglia (psichiatra)
  • 16.20-16.30 coffee-break
  • 16.30-17.00 Possono coesistere genialità e follia? Casi clinici nell’orizzonte dell’arte - Prof. S. Crespi (critico d’arte)
  • 17.00-17.30 La melanconia, malattia della modernità? - Prof. A. Martinelli (sociologo)
  • 17.30-18.00 Didattica ECM e chiusura dei lavori
Documenti correlati
Programma Scarica
Disturbi dell'umore nel Paziente anziano a cura del Dr. Lucchi Scarica
Il dolore il confine tra psiche e corpo a cura del Dr. Solaro Scarica
La scelta del trattamento farmacologico a cura del Dr. Savino Scarica
La depressione nelle malattie neurologiche a cura del Dr. Crespi e del Dr. Pederzoli Scarica